Windows RT senza speranze, Microsoft l’unica che ci crede

26 settembre 2013 - 1 minute read

Dopo Lenovo, Samsung e Asus, anche Dell abbandona Windows RT e ne blocca la produzione e la pubblicità a partire da ottobre.

Microsoft rimane dunque l’unica azienda che crede nel sistema operativo x86 bit ottimizzato per tablet e che ne produrrà dispositivi.

 

Mentre Windows 8 ha riscosso un timido ma positivo riscontro sul mercato, la sua versione RT, installata su tablet e portatili, non ha scuse: non è piaciuto.

La scelta dei produttori di non continuare la creazione e distribuzione implica una semplice motivazione, ovvero che le vendite e gli introiti derivati dai dispositivi non sono sufficienti a motivarne la presenza sul mercato. PC e portatili continueranno comunque ad esserci con installata la versione 8, anzi: 8.1, del sistema operativo di casa Microsoft che incurante della class action intrapresa dagli azionisti dopo il buco di 900 milioni dell’ultimo trimestre dovuti anche a Surface RT pare abbia in serbo per il mercato un nuovo dispositivo, il Surface 2 dal costo di 449 $.

 

Nonostante tutto Terry Myerson, vice presidente della divisione sistemi operativi di Microsoft, ha da poco detto la sua, facendo capire che per loro smartphone e tablet sono il futuro di Windows RT. Se sarà così o meno, lo potremo scoprire solo stando a guardare le azioni dell’azienda di Redmond.

Tags: , , , , , , , , ,