UE: niente copyright per i linguaggi di programmazione

3 maggio 2012 - Less than a minute read

La Corte Europea di giustizia ha decretato che le API (Application Programming Interface) e il linguaggio di programmazione dei software non possono essere coperti da copyright. Chiunque ha diritto di esaminare il software e di clonare le sue funzionalità e l’autore del codice non può ostacolare questo diritto degli altri utenti imponendo un contratto di licenza. L’alta corte ha infatti deliberato che il codice nella sua interezza può essere coperto da copyright, ma le caratteristiche funzionali quali i formati di dati, le istruzioni e i nomi delle funzioni non possono essere oggetto della stessa tutela.

Fonte: Tom’s hardware – leggi tutto